Il Consiglio comunale il 28 novembre ha eletto il comitato per la Consulta

La commissione pari opportunità consiste in organismo che lavora per adottare iniziative a favore dei cittadini maggiormente disagiati, con specificità alle differenze di genere. Lavora quindi per affermare l’uguaglianza, nei fatti, nel senso di sostenere l’affermazione dei diritti dei portatori di disagio, tra i cittadini. Forse il più grande onere per il governo della città esercitato con risorse sempre limitate. Il lavoro della Consulta consiste nella rimozione delle discriminazioni. Si tratta quindi di un lavoro infinito per cui una commissione, pur con competenze speciali, ha una forza di intervento limitata. Ma la Commissione, rieletta con la nuova amministrazione, dovrà continuare nel difficile lavoro di dare dignità alle cittadine e cittadini maggiormente disagiati. Nuovo presidente è il consigliere delegato di Forza Italia Anna Maria Vallati. Accanto a lei il vice presidente consigliere del Pd Patrizia Carusi. Altri elementi dello speciale gruppo di lavoro: Paola Lucia Ciaramaglia, Anna del Giudice e Michela Pauselli.
Il presidente neoeletta vuole creare un centro di attività con il mondo del lavoro. “Per questo – il programma di Anna Maria Vallati– promuoveremo corsi e convegni con l’intenzione di dare vita a nuove idee e nuovi progetti, organizzando anche una serie di appuntamenti con le imprenditrici che operano sul nostro territorio. Abbiamo molto da fare e vogliamo farlo bene”.