Arrivano grazie alla Ryder Cup 2022 voluto, sostenuta e ottenuta dall’ex sindaco Eligio Rubeis

Le risorse devono essere destinate ad adeguamenti infrastrutturali per consentire all’evento mondiale si effettui riparando le più gravi storture territoriali. Un’occasione in cui il grande evento è funzionale al luogo che ospita in quanto consente, oltre alla vetrina internazionale altrimenti inimmaginabile, di riparare a guasti tutti locali. Fanno parte del novero dei finanziamenti piccoli e grandi decisi in Finanziaria.

Difficile supporre quanto la capacità direzionale dell’attuale governo della città saprà farsi valere in contesti in cui è la Regione Lazio e Roma a fare come sempre la parte del padrone. Sono i momenti in cui l’amministratore pubblico di una città deve uscire giocando tutto il suo peso specifico facendo valere priorità, urgenze, primazia nelle scelte. Un sindaco che quindi abbia dimostrato di contare anche in precedenti contesti decisionali in cui il rapporto tra città e organi decisori nazionali non è semplicemente delegato al deputato amico o al sottosegretario a cui il deputato amico è riuscito semplicemente a dar voce dell’esistenza di Guidonia.

Ma una voce autorevole sicuramente è stata quella di Eligio Rubeis, quando era nei panni di sindaco di Guidonia. Questa assegnazione non era scontata. Altri sistemi locali erano più agguerriti di Guidonia. Contavano su una storicità dei campi di maggior rilievo. Rubeis fu avversato anche in caso perché troppo pretenzioso il progetto, troppo poco legato ai problemi dell’immanente. Ora tra i conti che la Storia di questa città dovrà fare nel valutare il suo mandato e mezzo dovrà mettere in conto anche questi cinquanta milioni, che non sono pochi per rimettere in sesto strade e sistemi di collegamento.