Nuova mediazione finanziaria tra acquirente e imprenditore edile presentata a Palazzo Matteotti

Un’opportunità per chi vuole comprare casa ma non riesce ad accreditarsi per un mutuo, ma anche per i molti imprenditori edili che si trovano sul groppone case invendute. Lunedì 30 luglio in sala giunta a Palazzo Matteotti i più importanti imprenditori edili della città hanno ascoltato la nuova formula degli agenti di Unifinanza che hanno illustrato un programma di acquisto finalizzato ad aiutare sia chi compra che chi vende. Si tratta di una nuova modalità per cui chi compra entra in casa con una sorta di affitto che entro i primi quattro anni può decidere di riscattare, facendo valere quanto ha pagato come quota parte dell’acquisto.
Altra opportunità l’affittuario-compratore ce l’ha dopo nove anni. A quel punto dovrà prendere la sua decisione. Riscattare, versando poco più della metà del costo completo della casa e comprare definitivamente l’appartamento, oppure rinunciarvi. La misura è sicuramente vantaggiosa per chi compra. Gli imprenditori dell’edilizia presenti alla riunione trovano l’opportunità di non avere invenduto e iniziare ad incassare, evitando di considerare la struttura come un peso economico. Chiaramente, in caso di vendita, alla definizione del contratto dovranno accettare di vendere ad un prezzo cristallizzato al momento della stipula della prima cessione rinunciando ad eventuali benefici dei flussi economici che in futuro potrebbero essere maggiormente vantaggiosi. L’imprenditore deve quindi capire se resistere in questa fase di crisi, oppure tentare questa forma molto flessibile di vendita. Laddove l’acquirente si dovesse trovare nelle condizioni di non pagare nemmeno l’affitto, verrebbe allontanato da casa in tempi solleciti, come di diritto per il proprietario-costruttore. L’opportunità per chi dovesse essere interessato la si può leggere su

www.unifinanza.it