Il Comune di Guidonia sostiene la famiglia con una persona affetta dalla neuropatia

Nelle polemiche sui tagli sulla Sanità, paventati, il Comune di Guidoniautilizzando i fondi della Regione Lazio – affronta l’emergenza concreta delle famiglie nelle quali un suo elemento si ammali di questa patologia neurovegetativa. Chi è affetto da Sclerosi laterale amiotrofica gradualmente perde l’autonomia e il controllo del proprio corpo ed ha bisogno di aiuto dai propri familiari o di assistenza costante. Un aiuto sostanziale che poche famiglie possono permettersi di sostenere. I fondi destinati dal Comune sono destinati, quindi, ad interventi di assistenza domiciliare. Gli attori di questa assistenza assolutamente indispensabile, possono essere sia professionisti della sanità che familiari, molto spesso costretti a rinunciare all’attività professionale per seguire il caro affetto da malattia. I contributi sono erogati in base allo stadio della malattia. da trecento euro in caso di primo stadio della patologia a duemila euro in caso di deficit completo. Lo stanziamento è trimestrale. Alla data di assegnazione il finanziamento dura un anno. Questo tipo di finanziamento fa parte della cura perché deve sostenere la permanenza del paziente in famiglia senza appesantire le strutture sanitarie che non sono in grado di fronteggiare questa patologia con sistemi adeguati, proprio perché l’assistenza deve essere continua.
La domanda si presenta stampando il modello dal sito istituzionale del Comune oppure su quello del Distretto RMG2. Diversamente, il modello può essere compilato al segretariato sociale, nel Comune di Guidonia Montecelio, in via Numa Pompilio 37. Gli uffici sono aperti il martedì e il giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00. Al modello, vanno allegate li certificazione che attestano la diagnosi e lo stadio della malattia, oltre a un documento di identità valido del richiedente.