Risparmio, efficienza energetica, uso di energia da fonti rinnovabili. Ecco il programma del governo della città

Un incontro coi cittadini a Colleverde e dopo con il sottosegretario allo sviluppo economico Simona Vicari. La fitta agenda dell’assessore Maria Cosola è sempre più concentrata alla realizzazione – oltre che alla programmazione – degli interventi sulla città. Sono attività, servizi utili che rendono più facile la vita ai cittadini e si concentrano in una grande centrale operativa che è data dalle innovazioni offerte dalla tecnologia. Sono questi gli obiettivi dell’incontro di martedì 3 febbraio. Si tratta delle attività oramai incasellate nei percorsi delle assemblee coi cittadini per la Smart City: programmare la città coi cittadini; condividere i punti di crescita nella qualità; insieme decidere sui totem elettronici attraverso i quali collegarsi ad internet, ricaricare lo smartphone e fare una miriade di attività oggi indispensabili per muoversi nel contesto urbano; ripensare ciascun quartiere in virtù di quello che l’elettronica e la telematica possono dare oggi.

Discuterne coi cittadini non è un esercizio di stile, bensì un momento illuminante per chi amministra le città. Le competenze si sono fatte talmente disseminate e specifiche che le migliori indicazioni arrivano da persone esperte che vivono il quartiere. L’amministratore rinuncia ad ogni specialismo dell’ente locale per decidere di ragionare sul futuro della città coi cittadini.

Si sono confermate le aspettative dell’assessore Maria Cosola a Colleverde quando nella sala parrocchiale ha incontrato i concittadini in una sala gremita. Presenti Stefania Viceconti, l’ingegnere del Comune che specificamente si occupa del progetto della Smart City, Maurizio Cusano, energy manager del Comune. Gli interventi tutti verso l’indicazione sulle migliori applicazioni da apportare ai servizi del quartiere.

Quella per la Smart City si avvia quindi ad essere molto di più che il supplemento tecnologico al governo della città. Sull’idea di una città efficiente, che ottimizza energie, potenzialità, servizi e loro capilarizzazione nei quartieri, si può costituire un intero disegno di crescita qualitativa della città. Non a caso l’assessore Maria Cosola, insieme al sindaco Eligio Rubeis saranno prossimamente ricevuti da Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo economico. Simona Vicari nella sua attività di amministratrice ha sempre lavorato sul problema dell’efficienza energetica, sulla promozione dell’uso di energia da fonti rinnovabili. Maria Cosola col sindaco Rubeis chiedono delle possibilità per Guidonia. Innovare, diffondere le potenzialità enormi aperte dal mondo della telematica. Rendere le acquisizioni dell’elettronica alla portata dell’amministratore perché come nozione già sono alla portata dell’utente che è il semplice cittadino. Rendere i grandi fattori di crescita tecnologica servizi utili della città, alla portata dei cittadini, non solo ad uso di produzioni commerciali. Questa la grande innovazione che l’assessore Maria Cosola con il Sottosegretario Vicari dovranno rendere una cosa reale per la città di Guidonia. Eligio Rubeis ha capito questa grande opportunità e su questo vuole spendere il secondo corso della suo governo della città.