Indice Rilevanza

De Vincenzi: "Il Palazzo rimane arroccato su se stesso mentre, fuori da questo localissimo "cerchio magico", c'è una Città in declino, senza prospettive di sviluppo... Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Ognuno ne tragga le proprie conclusioni"

Il vecchio leone riflette ma medita il ritorno al ruggito

DomenicoDeVincenzi

DeVincenziPlus

Chi credeva nel ritiro a vita privata da parte del leader maximo del Pd di Guidonia rimarrà deluso. Il Consigliere comunale Domenico de Vincenzi, sconfitto al ballottaggio da Eligio Rubeis, dopo un periodo di riposo, ricomincia la sua azione. E lo fa evidenziando due mancanze: la prima, da parte della gente di Guidonia e consiste nell’inerzia che i cittadini dimostrano evidenziando scarsa capacità reattiva, la seconda, dicendo al governo della città attualmente in carica che i soldi per governare bene ci sono, sono alla Regione Lazio e debbono essere utilizzati attingendo al vecchio Piano Plus che consente di utilizzare risorse pubbliche extra-comunali per finanziare grandi opere pubbliche.

In uno dei suoi due comunicati (proposti per intero in questa sede) il leader del Pd riprende il tema del “cerchio magico” attorno alla persona del sindaco che non consentirebbe alla città di avere una guida in grado degli alti compiti da sostenere in una fase di crisi.

Si tratta, quindi, di due comunicazioni in cui De Vincenzi evidenzia una sofferenza civica, l’attestazione di “un destino cinico e baro” (espressione che fu di Giuseppe Saragat dopo la sconfitta elettorale del 1953), ma anche – probabilmente – il messaggio di una collaborazione possibile. Tradotti in altri termini il messaggio di Domenico de Vincenzi si può tradurre in questa gerarchia di contenuti: considerato che la città e i cittadini non mostrano segni reattivi alla guida della città appannata e incapace a risolvere i problemi, considerando la stessa soggiogata da una guida inefficiente e incapace (cerchio magico e nomine assessorili a parenti di Consiglieri comunali), per il bene della città mi offro come riferimento per la Regione Lazio affinché anche Guidonia goda delle agevolazioni delle quali ha pieno diritto.

Il nostro notiziario è pienamente disponibile a chiarire, laddove avesse mal interpretato il verbo di Domenico De Vincenzi, al quale da persone libere auguriamo la massima agibilità nelle attività dell’amministrazione di Guidonia perché, anche dai banchi dell’opposizione, possa svolgere la sua azione per il bene della città.