“Il centro destra avrà un atteggiamento fermo e responsabile nei confronti della amministrazione Lombardo”. L’ingresso in Consiglio comunale di Alfonso Masini non ha gli esordi solenni che accompagnano i politici di professione. Parole poche. Misurate. Un atteggiamento che tanto tempo fa si sarebbe definito “situazionista”.

Ma lui lo spiega così. “Nessun approccio ideologico, nessun nemico da abbattere”.

Alfonso Masini ha avuto il merito di consentire di riunire il centrodestra dietro al suo nome. Risultato che non è detto sia possibile replicare. Ma l’ex dirigente del Comune ora neo consigliere comunale vuole continuare a tessere la tela dell’unità. “Ovviamente abbiamo i nostri valori inderogabili che ci distinguono. Tra essi l’unità del Centro destra anche in vista delle elezioni regionali e delle politiche”.

C’è un piccolo problema. Un sindaco appena insediato e un’amministrazione che inizia ad articolarsi sulla quale si dovrà decidere quale atteggiamento prendere. “Dobbiamo ancora capire che tipo di maggioranza avrà Lombardo – spiega Masini che vede nell’esercizio finanziario il primo vero scoglio amministrativo – I problemi del Comune sono tanti e grandi: dalle mancate riscossioni alla necessità di ridare più vita alla vita sociale, al personale, al recupero di un rapporto corretto con l’imprenditoria, ai rifiuti di Roma”.