Il successo delle azzurrine in Spagna

di Danilo D’Amico

Tra le ragazze convocate con la Nazionale Under 19 femminile spicca Francesca Pittaccio, di Villanova di Guidonia, classe 1996, cresciuta proprio con il Villanova Calcio. La Pittaccio, soprannominata “Pit” dalle compagne di squadra, gioca nella Res Roma, Serie A femminile, ed è una delle giovani promesse azzurre. Lo scorso anno la Pittaccio ha vinto il campionato di Serie A2 con la maglia giallorossa in quello che definisce il ricordo più bello della sua carriera.
Dall’8 al 12 marzo è stata protagonista in Spagna, ad Alicante, nel Torneo Internazionale “La Manga”. L’Italia è stata inserita nel girone con Norvegia, Olanda e Inghilterra. Un gruppo di ferro.
Le cose per le azzurrine non sono andate molto bene. L’Italia è tornata a casa con un pareggio contro l’Olanda per 1-1 e due sconfitte, contro la Norvegia e l’Inghilterra.
Il calcio femminile in Italia deve ancora fare passi enormi per poter raggiungere il livello delle migliori in Europa anche se non mancano le ragazze talentuose, proprio come la Pittaccio che negli anni passati si è tolta la soddisfazione di segnare un gol alla Repubblica Ceca, due all’Israele e ben tre all’Inghilterra.
Nata il 10 novembre 1996, Francesca Pittaccio è una seconda punta dotata di grande tecnica, buon tiro, ottima elevazione e tanta fantasia. I margini di miglioramento non mancano di certo e grazie all’impegno rivolto all’allenamento sono in tanti a scommettere su di lei. Quest’anno ha avuto il piacere di giocare con la Riana Nainggolan, sorella del giocatore della Roma. Molto probabilmente Riana nella prossima stagione si stabilirà in Italia e diventerà una compagna di squadra della guidoniana Pittaccio.
Tra gli obiettivi stagionali di Francesca quello di ben figurare in Serie A con la maglia della matricola Res, magari realizzando qualche gol decisivo in questo delicato finale di stagione.