Il sindaco Eligio Rubeis ci sta lavorando 

Anche quella del giudice di pace per Guidonia Montecelio è una lunga e dolorosa historia. Davanti allo svuotamento di compentenze dell’istituto di amministrazione della giustizia ordinaria di casi sui quali il cittadino diremttamente può iricorrere, si era abbassata la guardia dell’attenzione per avere, fuori Roma, a Guidonia, questa figura. Non ha abbassato la guardia Eligio Rubeis che in un convegno dell’Ordine degli Avvocati di Tivoli ha proposto di trasferire l’ufficio a Guidonia Montecelio considerando le difficoltà per sostenere le spese del comune di Palombara Sabina, come emerso durante l’incontro. La figura del Giudice di Pace rappresenta una presenza dello Stato in un territorio dove per molti anni ha vinto la deregulation. Quella del Giudice di Pace fu una battaglia del compianto Consigliere provinciale di Guidonia Mario Cioni. Ora la difende Eligio Rubeis. “Non nascondo che mi piacerebbe individuare la sede del Giudice di Pace in un’area compresa tra i quartieri di Villalba, Villanova e Albuccione dove la mia amministrazione è già intervenuta in maniera concreta aprendo l’ufficio di Polizia che attende solo di diventare Commissariato e appaltando i lavori per la realizzazione della nuova sede della Compagnia della Guardia di Finanza. Con la Tenenza di Guidonia centro il Giudice di Pace rappresenterebbe l’ultimo tassello per la creazione di quella “cittadella della giustizia e della sicurezza”, punto focale del mio programma quattro anni fa. Per portare l’ufficio del Giudice di Pace a Guidonia Montecelio occorre individuare uno stabile da 300 metri quadrati facilmente accessibile, con un ampio parcheggio e costi contenuti”.