A Guidonia il 72% dei rifiuti è differenziato

Era un obiettivo che sembrava irragiungibile. Una falsa partenza, l’eterno confronto con la vicina Tivoli che vantava primati virtuali di Comune riciclone. E invece proprio Guidonia sarà il leader tra i Comuni che hanno raggiunto e superato quota sessantacinque per cento dei rifiuti selezionati e differenziati. Un primato che deve essere condiviso tra l’amministrazione che ha fortemente voluto, quindi fortemente investito per il progetto, la ditta che ha espleta il servizio, ma soprattutto i cittadini disponibili che hanno collaborato. Al momento sono solo milletrecento i Comuni, in Italia, che hanno raggiunto l’obiettivo. Una vittoria che si deve al grande lavoro dell’assessore Andrea Di Palma.
Nelle Regioni del Centro Italia la raccolta differenziata, come dato di raccolta, è ferma appena al 33%. Ma il dato più importante che si rileva è che laddove cresce la raccolta differenziata c’è un netto calo della produzione dei rifiuti urbani.
Nel mese di ottobre 2012, infatti, vediamo una produzione di rifiuto non riciclabile che raggiunge i 928.220 chilogrammi. Ma nell’ottobre 2013 scende a 580.040!
Il beneficio allora è per la gestione della questione mondezza a Guidonia. Aumentando la differenziata diminuisce la produzione di rifiuto non riciclabile. Quindi meno mondezza in discarica.