Iniziativa per promuovere i referendum radicali

Libertà di scelta nella destinazione dell’otto per mille. Eliminare i tre anni di separazione obbligatoria prima di ottenere il divorzio. Immigrazione: abrogazione delle norme che ostacolano il lavoro e il soggiorno regolare. Separazione delle carriere dei magistrati. Abolizione dell’ergastolo. Rientro nelle funzioni proprie dei magistrati fuori ruolo. Contro l’abuso della custodia cautelare. Abolizione finanziamento pubblico partiti. Responsabilità civile dei magistrati. Sono gli obiettivi di riforma legislativa racchiusi nei dodici referendum proposti dal partito radicale. Le firme si raccolgono Comune per Comune e la disponibilità di sindaci e segretari generali consiste in un apertura di porte importante. Mercoledì 11 settembre tocca a Guidonia. Al bar Lanciani in via Roma. Mercoledì 11 settembre, alle ore 18. Hanno assicurato la presenza il sindaco Eligio Rubeis, l’assessore alle attività produttive Patrizia Salfa.