Un lavoro più difficile di quanto il senso comune possa intendere. Ora ciascun quartiere è dotato di una palestra dove poter attivare momenti ricreativi senza far pagare molto ai cittadini. Un servizio di prima importanza. Ma la difficoltà più grande in una realtà come Guidonia Montecelio, caratterizzata da un forte associazionismo, consiste nell’affidare equamente la gestione della struttura pubblica.
Le strutture erano chiuse da anni e i problemi da risolvere guardavano proprio al rifacimento dell’impianto la cui mancanza di impiego logora assai di più che l’uso intensivo.
Obiettivo ora dovrebbe essere il loro funzionamento pieno con attività che assorbano le esigenze di diverse generazioni, ma anche impieghi diversi, non solo esclusivamente dedicati allo sport. Solo così, una struttura attiva sempre, ogni giorno, riuscirà ad essere un polo attrattivo per il quartiere e un emblema di coesistenza tra diverse fasce di popolazione.