Tensione tra gli abitanti dell’asse nord della città

furtiiiincasaSi tratta solo dell’ennesima violazione di domicilio, di furto, di aggressione vera e propria alla tranquillità domestica. Sono episodi che si perpetrano a Parco Azzurro con il favore della calma apparente del quartiere residenziale. Fatti criminosi che si teme abbiano una caduta peggiore del peggio che rappresentano.

furtiincasaL’ultimo fatto rilevato è accaduto a casa di una persona anziana a Parco Azzurro. Ne riserviamo l’identità per chiari motivi opportunità e perché offrire nomi e cognomi non aggiunge nulla all’informazione che, se autorevole e veridica come sempre, deve sollecitare contromisure indipendentemente dalla contezza apparente con cui viene resa l’informazione.

Martedì notte, il 24 novembre, il cittadino di Parco Azzurro ha dovuto subire l’incursione di indesiderati ospiti. Nuovo furto, nuova violenza nello spazio più preservato e riservato della propria vita: la casa. Ce ne parla la figlia di questo cittadino: “In casa mio padre, persona anziana,danni enormi e furto auto. Da tempo si parla di iniziative e necessità di maggiori controlli e vigilanza. Addirittura di un dislocamento dei carabinieri nella zona ormai diventata un “farwest”. I furti sono all’ordine del giorno, neanche una settimana fa avevo parlato con una signora anziana residente da sola nella stessa zona che ha subito la stessa esperienza”.

IL pericolo è che assediati in casa ci si senta nel diritto-dovere di difendersi dotandosi di un’arma. Si sa, la paura dà cattivi consigli. E d’altra parte non è ipotizzabile la presenza di forze dell’ordine in modo costante in ogni angolo del territorio.

La politica sulla sicurezza deve partire dallo sradicamento del terreno di coltura di devianza sociale. Certamente. Ma in maniera altrettanto certa il territorio deve essere controllato attraverso la videosorveglianza e l’illuminazione. Ogni atto deviante deve essere riscontrabile in tempo reale. La tecnologia consente di avere questo. Non si capisce perché l’asse nord di Guidonia non debba poterne fruire.