Il riconoscimento ufficiale è arrivato giovedì 24 settembre. E stavolta la Pro loco non dovrà solo promuovere il turismo nella località di appartenenza ma soprattutto dovrà cercare modo e maniera affinché ogni ciascun cittadino condivida il quartiere residenziale in modo autentico. Parco Azzurro si trova ad essere una zona residenziale priva di luoghi di ritrovo e di momenti di aggregazione. La Pro loco, quindi, servirà proprio a questo: fornire contatti, collegamenti, servizi utili da condividere fra tutti gli abitanti di Parco Azzurro. A metterla in piedi e darle l’imprinting non potevano che essere forze giovani. Il presidente, infatti, è la giovane Valentina Neri, neo-laureata in Scienze della Comunicazione, alle prese con i modi per dare connessioni alla socialità e alla comunicazione tra abitanti del quartiere. Ciò, affinché finalmente possano sentirsi parte dell’unità territoriale. Parco Azzurro non è più una molecola indipendente ma circuita nel contesto cittadino e, cosa più importante, inizia il suo lavoro che deve portarla a presentarsi come una comunità coesa.