Anticipo di cassa per pagare il personale alle dipendenze della ditta che fa il servizio: l’ex Aimeri

 

I soldi sono tolti dalle pendenze tra Comune e la società a cui è stato affidato l’appalto. La soluzione è stata concordata stamane nel corso dell’incontro tra l’assessore all’Ambiente del comune di Guidonia Montecelio Andrea Di Palma e i vertici del consorzio. L’Ente deve ad Aimeri il saldo degli ultimi mesi di servizio, d’altro canto esso vanta dalla società la riscossione delle penali applicate negli ultimi mesi a seguito delle opposizioni contestate per i disservizi ripetutamente verificatisi nei quartieri cittadini e che sono stati causa della risoluzione contrattuale. <La priorità di oggi – spiega Di Palma – in attesa di calcolare quanto il Comune debba dare ad Aimeri, sottratte le penali, era di liquidare le ultime mensilità alle maestranze, competenza ancora in capo alla ex società appaltante. I lavoratori prima di tutto>.  Gli  operatori ecologici in forza alla Aimeri sono transitati nella  Eco.Car Arcobaleno, il consorzio che con la formula del rapporto temporaneo d’impresa gestirà il servizio di raccolta differenziata spinta Porta a Posta fino all’assegnazione del nuovo appalto. I tempi sono quelli della indizione e dell’espletamento di una nuova gara europea.