Recuperati giochi, la casa degli anziani, il “verde attrezzato”

Il 2 giugno Villanova si è svegliato con il giardino restaurato. Sono tornate i giochi per i bambini di nuovo allestito il cosiddetto “verde attrezzato” per rendere l’angolo verde del quartiere uno spazio veramente utilizzabile dai cittadini di tutte le età e non terra di bivacco. Una realizzazione di grande semplicità ma di immenso valore strategico per un quartiere. Al taglio del nastro con il vice sindaco Ernelio Cipriani, l’assessore all’Ambiente Andrea Di Palma, anziani e ragazzi stavolta decisi a non lasciarsi strappare dall’incuria uno dei pochi di vera laica aggregazione sociale. Il problema che si apre per l’amministrazione, ma innanzitutto per i cittadini, in questi casi, non è tanto l’opera realizzata in sé, quanto trovare le modalità perché rimanga come dotazione della città. In tal senso dovranno essere innanzitutto i cittadini a vigilare e poi trovare una forma associativa che si impegni a salvaguardare giochi, manufatti, campi di bocce e quant’altro per dare a Villanova il carattere di un’aggregazione sociale non un aggregato di abitazioni lungo la Maremmana. Per questo, un intervento minimo, come il restauro di un giardino consiste in un intervento massimo per un’amministrazione cittadina.