Succede il 5 giugno. Un arresto e una denuncia per due ragazzi egiziani

Sono dovuti entrare in azione gli uomini della polizia di Stato per sedare la rissa avvenuta di notte nelle strade di Guidonia. La testimonianza degli uomini della Polizia inizia da quando la rissa si scioglie grazie al loro arrivo. I protagonisti scappano. Nel darsi, ciascuno in direzioni diverse, ci sono anche due fratelli egiziani che scappano su un’auto. Cercano di opporsi ma alla verifica della polizia vengono trovati con una pistola giocattolo senza cappuccio rosso – utilizzata probabilmente per intimorire – e un coltello. Sono ragazzi, uno poco più che ventenne l’altro minorenne. Prima di essere presi in stato di flagranza i due cercano di liberarsi dei due coltelli che, secondo le ricostruzioni, avevano al momento della lite in strada.