L’amministrazione punta a costituire e aggiornare un catasto degli impianti termici e ad impostare un sistema di controlli tecnici che ad ogni impianto associ un “rapporto di prova”.

Al fine di avere piena garanzia della correttezza del funzionamento nell’impianto termico, verrà assegnato il bollino verde. Saranno concessi sessanta giorni per sostituire o riparare quello attualmente in funzione.
Su queste fondamentali si sta concentrando il regolamento per la riduzione delle emissioni di agenti inquinanti.
Si fa presto, infatti, a dire “no all’inquinamento atmosferico”. Come nel caso dei rifiuti soliti urbani, ogni cittadino deve dare dimostrazione di dirittura etica nella gestione di emissioni che comunque sono impattanti con l’ambiente.
Il regolamento è in via di approvazione nella commissione ambiente.
Sempre la comunicazione ufficiale del Comune fa sapere che la situazione delle emissioni segna una media settimanale di 44 micro grammi per ogni metro cubo d’aria, il limite è di 50.
Il governo della città intende così rispondere alle evidenze mostrate dalle rilevazioni Arpa che avevano dato, nel Comune di Guidonia, il superamento dei livelli P10. La segnalazione di Arpa riguarda la media settimanale che dice: 44 micro grammi per ogni metro cubo d’aria, il limite è di 50.