Trecentotrentamila euro a Latina per valorizzare il razionalismo in architettura attraverso il recupero strutturale

Latina c’è riuscita. Nel comune dell’agro pontino sono arrivati centodieci mila euro. La Regione Lazio ha riconosciuto l’efficacia del piano integrato che ha utilizzato fondi speciali per le città di fondazione. La convenzione è stata firmata dai sindaci di Aprilia, Sabaudia, Colleferro e anche Guidonia venerdì 6 dicembre. Oltre a questi centodiecimila Latina ha precedentemente ottenuto duecentotrentamila euro.
Tutti siamo consapevoli del fatto che in tema di ristrutturazione le risorse impegnate non sarebbero sufficienti. Ma qui non si tratta di finanziamenti a pioggia finalizzati a reintegrare superfici murarie per riportarle a decoro urbano. Si tratta invece di valorizzare funzionalità e il disegno originario di piazze, strade, ma anche funzioni e centri di nevralgici tradizionali: la chiesa, il palazzo comunale, la piazza centrale, le vie di accesso.
In queste città consentire a quel primo disegno di ritrovare nitidezza, eliminando le superfetazioni delle acquisizioni di edilizia spontanea intervenute in quanto opere non tutelate. In attesa che la Soprintendenza si occupi del razionalismo del ventennio così come si occupa giustamente di altri insediamenti lasciati dalla Storia, urge un piano di recupero in queste città.
Ed è per questo che Guidonia deve fare la sua parte. Non si tratta solo di buon governo della città. IL razionalismo dell’architetto Giorgio Calza Bini che la disegnò è menzionata in un novero del tutto speciale nelle esemplificazioni delle città italiane pensate ex novo con idea di fondazione. Va detto che negli ultimi venticinque anni, con ciascuna delle amministrazioni che si sono succedute, passi in avanti Guidonia ne ha fatti.
I prossimi obiettivi di recupero potrebbero iniziare dalla piazza del comune. Qui, solo a titolo di esempio, un’idea sarebbe quella di eliminare gli impianti di aria condizionata così evidenti sopra le strutture edilizi sistemate a quadrato. Oppure ripristinare ad integrità, anche funzionale, la torre. Ma anche il resto delle edificazioni della Città Giardino hanno bisogno di recupero funzionale ed estetico.