Indice Rilevanza

Guidonia oggi si gode per le opere realizzate dal governo Rubeis tanto che la danza di ragazzi ce lo ricorda

http://www.youtube.com/watch?v=NB0AzIMgq7w

Essere felici a Guidonia che finalmente offre servizi e infrastrutture

 HAPPY! In un clima così rovente per le parole usate, in trentamila hanno apprezzato la trovata di alcuni ragazzi che hanno realizzato un video dove si danza attorno alle realizzazioni dell’amministrazione di Eligio RUBEIS. Le persone che hanno apprezzato questo video sulla divertentissima canzone di Pharrel Williams probabilmente hanno trovato divertimento non solo dal motivo che fa ballare chiunque, ma anche dalle cose viste per la loro città. Questo gruppo di ragazzi ha trovato fondamento per la loro gioia, non nella celebrazione dell’amore che fa rima con cuore (rappresentazione rispettabilissima), bensì nella presa d’atto di abitare finalmente in una città con delle infrastrutture di livello europeo.

Il nuovo casello sull’A1, strade messe a norma, scuole, rotatorie, giardini, rifiuti gestiti con la raccolta differenziata, il restauro del Teatro Imperiale, il museo di Guidonia a Montecelio con la Triade in esposizione ma soprattutto la chiusura della discarica! Perché non essere felici? Cinque anni fa Guidonia non era questo. Il fatto di ritrovare una città migliore dà una scintilla in più a questi ragazzi, costituisce il senso di appartenenza a questa città prima inesistente.

I ventenni, oggi, non guardano alla politica dello scontro tra blocchi, come fu per i loro genitori che erano ragazzi durante gli Anni di Piombo, non inseguono utopie come fu per i nonni del Sessantotto.

Lo sguardo sereno verso la realtà, il compiacimento per quel che funziona, la laica aderenza nelle cose che funzionano e il rifiuto per le cose che non vanno, rappresentano il segnale che la nostra società ha avanzato di un gradino antropologico.

I ragazzi guardano le cose che vanno e che funzionano. Giudicano senza alcun velo ideologico, non hanno categorie precostituite. Si trovano una città che, pur con altri problemi, ma funziona, funziona molto meglio di qualche anno fa e lo dicono. Danzano sulle realizzazioni effettuate. Rischiano di mettersi nei guai quando si avvicinano troppo a beni di proprietà militare. Normale. Ingenuità di ragazzi. Ma vivaddio! Non si capisce bene invece il motivo di tanto risentimento da parte di alcuni lettori che hanno visto con disappunto questa iniziativa. Troppo apologetica per il governo della città? Ma i giovani non ragionano così, fortunatamente. Sia che abbiano sentimenti di sinistra o destra se c’è qualcosa di bello o che funziona lo dicono apertamente e approvano. Come si può obiettare per la gioia di tanti ragazzi?

Ci tranquillizza, allora, il fatto che sono in trentamila ad aver cliccato sul video ed essersi divertiti ancora.

L’augurio per tutti è che con le nuove opere di questo governo della città si continui ad essere felici. Che si continui con Eligio Rubeis. Si ringraziano Marco Bertucci e Anna Maria Vallati che hanno sostenuto questo progetto.

Siamo di parte? Stiamo con questi giovani, stiamo con le cose che funzionano, ci piacciono le cose realizzate, non ci piacciono le polemiche inutili.