Indice Rilevanza

Finisce in coda di pesce la polemica sul ripristino di via Roma a doppio senso: con un compromesso. Somiglia tutto questo ai contenziosi della capitale che non si risolvono mai con un vincitore e un vinto

Ora il sindaco diffida da una strada a senso unico

Torna il doppio senso a via Roma. Sì. Il tanto osannato doppio senso, amato e odiato con la stessa intensità. Argomento sul quale il Pd aveva incentrato tutta la sua campagna elettorale perdendola, ebbene proprio questo elemento è stato concesso dal vincitore ai vinti. Le motivazioni sono molteplici. Ma in testa a tutti c’è quella evidenziata nel romanzo di Anthony Burgess, Arancia ad Orologeria, da cui Stanley Kubrick tirò fuori Arancia Meccanica: ” un vero leader deve sapere quando concedere qualcosa a chi è inferiore “.

Se infatti, da una parte, una parte del commercio appariva beneficiato dal senso unico per la maggiore tranquillità e scorrevolezza della strada, non si capisce bene perché le stesse condizioni non piacessero all’altra metà dei commercianti. Non si è mai compreso bene il punto di vista dei cittadini che probabilmente si erano completamente adeguati al regime di transito stradale dei veicoli. Ma tant’è. Via Roma torna al doppio senso. Almeno, la via Roma che va da via Domizia e via Ferrulli. Il resto del tratto di strada preserva il senso unico. Invertito il senso di percorrenza a piazza Baracca. Via Bordin ne diventa la conduttrice principale.

comunicato.stampa