Sembrano due turisti che si sono persi, quindi si sono fermati a chiedere indicazioni per la strada giusta da fare. E invece sono, a sinistra, l’assessore alle Opere Pubbliche Mauro Alessandri da Monterotondo. L’altro è Nicola Zingaretti da Roma. Entrambi sono i firmatari del protocollo d’intesa col Comune di Guidonia per la realizzazione di lavori per il rifacimento degli impianti stradali dell’asse tiburino.

Ieri è stato presentato il programma di lavori con cui la Regione Lazio impegnerà alcune strade per la loro ristrutturazione. Obiettivo è arrivare in tempo utile alla realizzazione della Ryder Cup, il prossimo anno. Tutti sanno che si tratta del Mondiale di golf. Pochi realizzano che consiste in uno degli eventi sportivi più importanti che si disputano al mondo. Chiaramente il parametro dell’importanza è dato dai numeri reali di persone interessate all’evento, dei collegamenti televisivi, del volume di interessi che muoverà un evento come questo. Ancora non si realizza bene che questo evento avverrà a Guidonia, anche se molta pubblicistica insiste nel vendersi il marchio “Roma”. Ieri l’iniziativa di presentazione, prima a Tivoli poi a Guidonia, nella sala del Consiglio comunale.

Ci si chiederà: “che c’entra Tivoli?” “C’entra sempre quando l’anfitrione è niente poco di meno che Marco Vincenzi

Presente l’assessore Mauro Alessandri, la Regione si pone come protagonista di questo evento sportivo: “Un’ opportunità fondamentale per il nostro territorio, sia per quanto riguarda il turismo che per quanto riguarda la viabilità” – recita la pubblicistica del governo dell’ente regione.

Non può sfuggire il fatto che questa presentazione arriva proprio a ridosso della data elettorale, ma mentre in altri tempi avremmo avuto contestazioni o polemiche da parte del mondo non-PD, ieri abbiamo avuto l’acquiescenza pura. Solo qualche mal di mancia sui Social, ma quello è normale, è quotidiano.

Sempre l’ente regione ricorda che “per gli investimenti strutturali collegati all’evento la Regione Lazio ha previsto 50 milioni di euro per la messa in sicurezza delle strade a servizio delle aree interessate. I lavori si concentreranno su via Tiburtina, via Nomentana, via di Marco Simone, via Casal Bianco, via Palombarese e numerose strade interne ai Comuni di Guidonia, Fonte Nuova e Tivoli”.

La Guidonia non golfistica potrà quindi godere dell’evento grazie a questi grandi lavori di rifacimento delle strade ma anche di autentica ristrutturazione. Appare però sempre più dubbio che tutto sia pronto entro il termine improrogabile dei dieci mesi. Si rischia la figura tapina. Ma anche lì ne abbiamo trasformato in maschera.